Articolatore Reference SL – Settaggio con uso di cere di posizionamento in mancanza di dati assiografici – Terza parte VIDEO

                                                            Premessa

Quando non è possibile effettuare un assiografia o non la si è effettuata per vari motivi, una valida alternativa per settare il nostro articolatore sono le cere di posizionamento.

Alternativa valida ad esempio nel caso di pazienti edentuli, dove fare una assiografia risulta complicato, oppure nella realizzazione di una placca di miorilassamento su pazienti non disfunzionali o lavori di piccola entità. Tutt’altro discorso sono invece la realizzazione di cerature sequenziali, lavori estesi di protesi fissa o placche, o lavori su pazienti disfunzionali: in questo caso è sempre consigliabile essere supportati da valori dettati da una assografia per settare il nostro articolatore.

Descrizione del video:

Per prima cosa bisogna togliere dalla branca superiore dell’articolatore Reference SL le due ceste condilari e inserire al loro posto il CPM (strumento che serve per vedere la posizione dei condili in diagnosi “Condilar Position Mandibular”) poi, con i modelli posizionati tra di loro con la cera di RP, segnare la posizione del condilo con l’aiuto di una carta d’articolazione. Dopodichè riposizionare i modelli tra loro, questa volta con la cera di riposizionamento che il clinico avrà realizzato guidando il paziente in posizione di protrusiva; anche in questo caso segneremo la posizione del condilo aiutandoci con una carta d’articolazione di diverso colore: avremo così sul nostro cartoncino posizionato sul CPM la posizione del condilo in RP e in Protrusiva. Uniamo i due punti con una retta e misuriamo l’angolo che si sarà creato tra la retta e la base del CPM che corrisponde al piano asse-orbitale; tale angolo sarà l’inclinazione del tragitto condilare, regoleremo di conseguenza la cesta condilare dell’articolatore (margine di errore + o – 5 gradi rispetto ad una assiografia ). Con l’aiuto del softwar specifico della guida incisiva anteriore inseriamo i gradi ricavati per la cesta condilare sinistra e destra: il computer ci darà gli inserti per creare la guida incisiva individualizzata; useremo invece degli inserti neutri (blu) per il tragitto condilare, conoscendo solo l’inclinazione dell’eminenza, ma non il tragitto che compie il condilo. A questo punto il nostro articolatore è pronto per svolgere il suo lavoro.

Articolatore REFERENCE SL – Montaggio su articolatore – Seconda parte VIDEO

Montaggio su articolatore Reference SL

Sul video che segue potrete vedere le fasi di montaggio dei modelli sull’articolatore Reference SL con i seguenti passaggi:

  1. Fissaggio sulla base magnetica della base grigia con la forchetta dell’arco facciale precedentemente fissata con l’aiuto del banco di montaggio.
  2. Posizionamento del modello superiore sulla forchetta, questo deve essere stabile. In questa fase l’asta incisiva deve essere posizionata sullo ZERO.
  3. Scelta della giusta base grigia, quella con meno spazio libero rispetto al modello.
  4. La consistenza del gesso deve essere simile alla panna montata, molto fluido per evitare tensioni durante il fissaggio. Una volta fissato il modello non si deve più toccare ,nessuna manipolazione per abbellire o lisciare il gesso. (utilizzare sempre gesso specifico per il montaggio su articolatore)
  5. Posizionamento del modello inferiore con la cera di Reference Position “RP”, anche in questo caso il modello deve essere stabile sulla cera. In questa fase l’asta incisiva deve compensare lo spessore della cera, perciò dovrà essere alzata del doppio dello spessore di questa al livello del primo premolare ( in questo caso è stata posizionata a +7mm. perchè lo spessore della cera era di 3,5mm.)
  6. Tutto ciò per poter, una volta eliminata la cera , ritrovarsi con i modelli gessati sull’articolatore a contatto tra loro con l’asta incisiva nuovamente posizionata sullo ZERO, posizione corretta di lavoro (branche dell’articolatore parallele).

Corso sull’uso dell’articolatore

                                      COME USARE L’ARTICOLATORE A 360°                                                                

                                                      Durata corso 1/2 giornata                                                                                             Minimo 4 massimo 6 partecipanti.                                               

  CONTENUTO DEL CORSO:

  • Perchè usare l’articolatore Reference SL ; vantaggi rispetto agli occlusori e articolatori a valore medio.
  • Conoscere l’articolatore e imparare a settarlo a valori individuali.
  • Montaggio in articolatore e uso dello split-cast.
  • Imparare a usare le cere non solo come elementi per posizionare i modelli tra di loro.
  • Come utilizzare l’articolatore non solo come strumento di lavoro, ma anche per la diagnosi e la progettazione.
  • Alcuni accenni sull’articolazione.

                                                    OBIETTIVI

              Lavorare su uno strumento che ci dia la possibilità di eseguire  lavori di routine con sicurezza, senza incorrere in errori che si riversano sull’economia del laboratorio, non per incuria da parte del tecnico, ma per la mancanza di informazioni utili per eseguire un lavoro che dal nostro banco si trasferisca nella bocca del paziente con le stesse caratteristiche. Utilizzare l’articolatore vuol dire risolvere le continue modifiche e rimontaggi estetici o funzionali durante le fasi di realizzazione di una protesi mobile o fissa.

                                                    DESTINATARI

Odontotecnici interessati a stabilire un dialogo tra laboratorio e studio odontoiatrico e a realizzare lavori con l’ambizione di risultati estetici e funzionali affidabili.